Auctor, utilitas, princeps. L'epitoma rei militaris e il De rebus bellicis tra técnica e letteratura

Marco FORMISANO

Resumen


RESUMEN: In questo articolo vengono prese in considerazione due opere tardolatine che piü di altre hanno influenzato la formazione dell'arte della guerra occidentale e che ben illustrano il método della comunicazione letteraria antíca in ámbito tecnico-scientifico: Y Epitoma rei militaris di Vegezio e 1'anónimo De rebus bellicis. Nonostante alcune differenze questi testi presentarlo dei tratti in comune: sonó dedícate all'imperatore (di cui non viene indicato il nome) e invocano quale principio che informa la propria scrittura Y utilitas, che rinvia alia diretta applicabilitá nella realtá extratestuale. Questi due aspetti appaiono strettamente connessi: se il lettore moderno puó leggere nella dedica un retorico atto d'omaggio aH'imperatore, questa funzione si rivela in realtá come uno strumento atto a raggiungere scopi pratici, in quanto é solo attraverso l'approvazione del sovrano che questi testi possono trovare una diretta applicazione; il riferimento áti.'utilitas a sua volta si rivela essere anche un elemento forte della tradizione letteraria tecnico-scientifica.

ABSTRACT: This paper discusses two late-antique works which both greatly influenced the subsequent development of the Western art of war and illustrate the literary communication of scientific and technical knowledge in antiquity: Vegetius' Epitoma rei militaris and the anonymous De rebus bellicis. Despite various differences, these texts share two important traits: they are dedicated to an unnamed emperor and they appeal to utilitas as an informing principie, with particular reference to direct applicability in extralinguistic reality. These two features are directly linked and at the same time characteristic of this type of text: while


Texto completo:

PDF






Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution 3.0 License.