Un esempio di deformatio nelle Interpretationes vergilianae di Tiberio Claudio Donato: la lotta di Priamo contro Pirro

Massimo GIOSEFFI

Resumen


RESUMEN: Nella scena della morte di Priamo, nel secondo libro dell' Eneide, Tiberio Claudio Donato individua una precisa strategia retorica da parte del vecchio re troiano, che provoca le reazioni di Pirro per far si che il giovane combatía contro di lui e lo uccida. Arma fondamentale di questa strategia é la deformatio di Pirro, messo a confronto con il padre Achule. Arma dai molti tagli, pero, che alia fine consente al lettore di giudicare negativamente Achule, prima ancora di Pirro.

ABSTRACT: According to Tiberius Claudius Donatus, in the struggle between Pyrrhus and Priamus in the second book of Vergil's Aeneid the Trojan king causes of his own will the reactions of Achules' son, in order to be killed by him. His main weapon is the deformatio of Pyrrhus, a rhetorical device blaming not only Pyrrhus, but Achules too.


Texto completo:

PDF






Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution 3.0 License.